Marino: approvata definitivamente in Consiglio Comunale la raccolta “Porta a Porta”

© Tutti i diritti riservati dall'autore. Vai al sito originale.

Nell’ultimo Consiglio Comunale, tenutosi il 28 settembre scorso, sono state approvate dalla maggioranza delle delibere di notevole rilevanza per i cittadini di Marino.
La nostra attenzione si è soffermata, in particolare, sul punto della raccolta Porta a Porta: “Approvazione capitolato per affidamento alla Multiservizi dei Castelli di Marino S.p.A. del servizio Porta a Porta integrato con servizi di ecologia“.
Durante il Consiglio sono stati, in modo dettagliato e articolato, descritti i vari passaggi per l ‘avvio del porta a porta. Il piano prevede l’intera riorganizzazione dell’organico della partecipata Multiservizi dei Castelli di Marino S.p.A. per rendere possibile il raggiungimento degli obiettivi di attuazione del ‘porta a porta’. Questa nuova modalità di raccolta, dopo la fase di censimento delle abitazioni che è in corso di svolgimento in questi mesi autunnali di fine 2017, partirà dai primi mesi del 2018 a sequenze scaglionate, prima a Santa Maria delle Mole e Cava dei Selci, poi Frattocchie e Castelluccia/Due Santi fino alla copertura totale, con Marino Centro, del territorio.

Insomma, il 2018 sarà l’anno del Porta a Porta a Marino.

Nella Pianura di Marino saranno realizzati anche un nuovo ecocentro e un nuovo centro logistico, strutture da affiancare all’isola ecologica già esistente in Via Ferentum. Le opposizioni durante il dibattito hanno avuto modo di presentare numerose interrrogazioni e mozioni che, dove ritenute migliorative da parte della maggioranza, sono state recepite durante il Consiglio Comunale tenutosi, tra l’altro, con una seduta straordinaria il 27 settembre 2017, prima dell’approvazione finale della delibera del ‘porta a porta’ del 28 settembre. Nota da tenere in conto per i cittadini: la Città Metropolitana ha cofinanziato con oltre un milione e trecentomila euro il progetto di nuova raccolta che Marino si appresta ad attivare.
Quindi, il nostro territorio si accinge, finalmente, ad una svolta epocale con il nuovo piano di raccolta rifiuti, con un progetto dettagliato e moderno, studiato appositamente, per le diversità orografiche e urbanistiche del nostro territorio, da professionisti del settore.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Tweet about this on TwitterShare on Facebook83Share on Google+0

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*