Marino: Parco della Rimembranza riconosciuto come “luogo di memoria”

© Tutti i diritti riservati. Puoi condividere questa immagine seguendo la nostra policy

Importante riqualificazione da parte dell’ amministrazione marinese del Monumento ai Caduti situato all’interno del Barco Colonna.
Dando seguito all’impegno assunto durante il Consiglio Comunale del 15 giugno di questo anno, l’Amministrazione Comunale sta procedendo alla riqualificazione dell’area posta all’interno del Barco Colonna ed in particolare intorno all’area dove è posta la lapide ai Caduti marinesi della Grande Guerra, per questo motivo Barco Colonna è chiamato anche Parco delle Rimembranze. Il 4 novembre scorso, Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, successivamente alla cerimonia nel centro di Marino in Piazza degli Eroi, l’Amministrazione Comunale con il Sindaco Carlo Colizza ha proceduto alla commemorazione dei caduti rendendo omaggio anche presso la lapide posta su un costone all’interno del Parco.

Come ricorda l’incisione in rosso nella roccia – restaurata da questa Amministrazione in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale – il monumento è stato realizzato nel 1927, anno V dell’Era Fascista, come riporta l’incisione. Il monumento e la lapide risultano censiti dal Comitato speciale tecnico-scientifico istituito presso il MiBACT che ha promosso la messa in rete della catalogazione quanto più completa possibile di tutti le lapidi, iscrizioni, monumenti, relativi alla prima guerra mondiale e stimati in oltre 12.000. Pertanto, il comune di Marino ha sul suo territorio un monumento che il Consiglio dei Ministri ha ritenuto di annoverare nella lista dei luoghi di interesse storico, onorandolo del logo dei così detti ” luoghi di memoria” censiti in occasione delle commemorazioni del centenario della 1° guerra Mondiale.
La lapide fu realizzata nel 1927 da parte del Comune in onore dei 120 marinesi che morirono nella guerra del 1915/18; oltre alla grande lapide, furono piantati 120 alberi a rappresentazione di ognuno dei singoli militi, incidendo su ognuno di essi un nome e una medaglia al valore. Purtroppo nel tempo gli alberi furono tagliati e spogliati dei loro riconoscimenti, ma tuttora si può ancora intravedere nella forma della vegetazione arborea esistente l’abbraccio ideale che gli alberi formavano intorno al monumento. La riqualificazione dell’area, oltre alla pulizia dalle sterpaglie, ripristino della passerella e del sentiero di accesso al monumento, prevede anche la prossima pulitura ed il restauro della lapide che presenta vari fori che in alcuni casi rendono illeggibili i nomi dei Caduti. È all’esame dell’Amministrazione Comunale l’integrazione della lapide con alcuni nominativi di Caduti della 1^ Guerra Mondiale – nati e/o residenti in Marino – e non riportati sulla stessa lapide.

L’opera di bonifica, fortemente voluta da questa Amministrazione e dal Sindaco Carlo Colizza in primis, ha reso possibile apprezzare questo luogo abbandonato da anni all’incuria totale rendendolo visibile e favorendone l’accesso a coloro che vogliono rendere omaggio a quei Marinesi che hanno dato la propria vita per la libertà della nostra Patria.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Tweet about this on TwitterShare on Facebook26Share on Google+0

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*