Decimo convegno sui danni prodotti dal Radon, il 30 novembre Sala Lepanto

Il Gruppo di Presemza Mons. Grassi in collaborazione con l’ass. Marino Aperta Onlus  presenta il decimo Convegno sul tema:
Attuazione della Direttiva 59/2013, PROTEZIONE CONTRO I PERICOLI DERIVANTI DALL’ESPOSIZIONE ALLE RADIAZIONI IONIZZANTI, IL CASO DEL GAS RADON

che si svolgerà GIOVEDI 30 NOVEMBRE 2017 – ore 17:00 nella Sala riunioni di piazza Lepanto n. 5, Marino.
Il Convegno, come nel caso del Radon gas vulcanico radioattivo, tende a chiarire le possibili conseguenze sulla salute umana, quale l’aumento del rischio di contrarre il tumore polmonare, nei casi di lunga permanenza nei locali che presentano una concentrazione del gas in aria, e quindi di radioattività, oltre il limite fissato dalla normativa nazionale.
L’attuale normativa italiana, nata come medicina del lavoro, fissa per gli ambienti destinati al lavoro e per i locali scolastici uno specifico valore di concentrazione oltre il quale intervenire per bonificare a salvaguardia della salute.
Le nazioni europee nel recepire la direttiva n. 59/2013, determinano:
* il nuovo limite massimo di concentrazione di radioattività pari a 300 Bq/mc;
* la sua estensione dagli ambienti di lavoro a quelli vita, come le abitazioni.
Esiste il Piano Nazionale Radon PNR – anno 2002. Molte Regioni hanno approvato il loro piano per la protezione della popolazione ad esclusione della Regione Lazio.

Programma del Convegno
Apertura dei lavori – Saluto dell’amministrazione – Relatori:

  • dr Gennaro Venoso – Istituto Superiore di Sanità – PNR Il rischio Radon: dagli studi epidemiologici alla direttiva 59/13 Euratom
  • dott.ssa Federica Leonardi – Settore Radioattività Naturale “Il controllo dell’esposizione al radon negli ambienti di lavoro: situazione attuale e prospettive”
  • dott.ssa Caterina Aiello – ASL Roma 6 – SISP Ciampino – Marino
    “Protezione sanitaria dai rischi derivanti dalle radiazioni ionizzanti “

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Tweet about this on TwitterShare on Facebook6Share on Google+0

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*