Assessore Trinca: dopo la nostra sospensiva sul cemento al Divino Amore anche la Regione Lazio ferma la procedura di VIA

© Tutti i diritti riservati. Puoi condividere questa immagine seguendo la nostra policy

Abbiamo chiesto all’Assessore all’Urbanistica Andrea Trinca, in una rapida intervista, quali fossero gli effetti ad oggi della delibera comunale del 28 febbraio sulla sospensiva del Protocollo d’Intesa del 2011, quella del cemento al Divino Amore. La risposta, riportata integralmente di seguito,  evidenzia come ora anche i tecnici della Regione Lazio abbiano ‘sospeso’ la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale sul Divino Amore. Ecco le parole di Trinca, una nuova buona notizia per gli ambientalisti di Marino.

“A seguito della Delibera di Consiglio Comunale N.2 approvata il 28/02/2018” – ha dichiarato l’ass. all’urbanistica Trinca – “la Regione Lazio ha sospeso la procedura di Valutazione d’Impatto Ambientale presentata per realizzare cubature residenziali e commerciali nella, ormai tristemente nota, area del Divino Amore. Dopo l’approvazione da parte di questa Amministrazione della delibera di consiglio che ha posto uno stop al protocollo d’intesa del 2011, il quale aveva dato il via alla colossale urbanizzazione del Divino Amore, gli uffici comunali competenti hanno provveduto a trasmettere l’atto alla Regione ed agli uffici competenti sulla procedura di V.I.A.. A questo punto la Regione, nonostante fosse già stata sollecitata da oltre 8 mesi ad esprimersi sul riesame degli atti tecnico amministrativi riguardanti l’annosa questione del Divino Amore, ha preso atto degli elementi evidenziati dalla delibera e ha provveduto a sospendere la procedura in corso per la valutazione ambientale, chiedendo anche all’avvocatura regionale di esprimere una valutazione. Si tratta sicuramente di un primo risultato, frutto delle analisi tecnico legali eseguite con grande professionalità e responsabilità da parte di questa amministrazione e dagli uffici.”

“Mi preme anche sottolineare” – conclude l’assessore Trinca – “che dopo l’avvicendarsi delle precedenti amministrazioni di diverso colore politico negli ultimi 14 anni di avvenimenti legati al Divino Amore questa è la prima e l’unica amministrazione che finalmente mette in campo un provvedimento diretto teso a risolvere la questione, mettendo al centro dell’azione tecnico-amministrativa il pubblico interesse.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*